Aerovia (Airway)

L’aerovia (in lingua inglese airway abbreviato in AWY) è un corridoio aereo posizionato all’interno di un’area di controllo o comunque facente parte di essa, identificato da rilevamenti forniti da apposite radioassistenze che permettono agli aeromobili di volare secondo le regole del volo strumentale lungo percorsi predefiniti e controllati. L’aerovia è un tipo particolare di rotta ATS.

Caratteristiche

La quota inferiore di un’aerovia, o di alcuni segmenti di essa, è studiata in funzione degli ostacoli orografici presenti al di sotto, degli spazi aerei circostanti e di eventuali limitazioni tecniche delle radioassistenze utilizzate. Questa quota prende il nome, a seconda del regolaggio altimetrico previsto per il tratto di rotta, di Minimum Enroute Altitude (MEA) o di Minimum Enroute Level (MEL). Essa non può essere inferiore ai 700 ft e comunque sufficientemente alta per consentire, al di sotto, il volo di traffico non controllato che opera secondo le regole del volo a vista. La larghezza dell’aerovia lungo i vari tratti è studiata per garantire la necessaria area di protezione agli aeromobili che volano lungo la rotta. Tale area di protezione è costituita da due corridoi posizionati a destra e a sinistra della rotta nominale dell’aerovia ed è calcolata considerando la tipologia della radioassistenza utilizzata, la sua distanza e il conseguente degrado del segnale elettromagnetico ricevuto.

Lungo l’aerovia sono posizionati alcuni punti significativi (fix) in prossimità dei quali può avvenire:

  • il passaggio dalla frequenza di una radioassistenza fino ad allora utilizzata a quella di un altro radio aiuto alla navigazione (i cosiddetti changeover points);
  • il cambio di allineamento della rotta;
  • il passaggio di giurisdizione del volo da un Ente di controllo a un altro;
  • l’applicazione di specifiche procedure di controllo;
  • il passaggio da una minima quota di sicurezza a un’altra.
 

Tali punti sono comunemente chiamati punti di riporto poiché il loro sorvolo deve essere comunicato (riportato) al competente Ente di controllo del traffico aereo. I punti significativi sono posizionati:

  • in corrispondenza di una radioassistenza;
  • a una specifica distanza da una radioassistenza;
  • all’intersezione di due o più specifiche radiali di differenti radioassistenze;
  • in corrispondenza di definite coordinate geografiche (in tal caso il fix prende il nome di way-point).

Lascia un commento