Le superfici isobariche

La pressione al livello medio del mare è stata presa come pressione standard la 1013 hpa la cui superficie perciò coincide con la superficie isobarica o isobara standard ( cioè quella superficie soggetta a uguale pressione ) appunto 1013 hpa.

Salendo di 27 piedi, si incontrerebbe la superficie isobarica di 1012 hpa e poi di altri 27 piedi si incontrerebbe la superficie 1011 hpa e così via fino alla fine della pressione atmosferica.

Il rapporto tra la differenza di pressione esistente tra due superfici isobariche e la distanza verticale tra di esse, si chiama gradiente barico verticale.

Come già detto, in atmosfera standard essa ha, al livello del mare, il valore di 1hpa ogni 27 piedi ( 8 metri ) di altezza.

Si tenga presente che questo parametro o valore può essere considerato costante solo negli strati più bassi dell’atmosfera ( quelle in cui viviamo per intenderci ). Mano a mano che si sale, infatti, dato che la colonna d’aria sovrastante si riduce, e quindi l’aria è meno densa, il gradiente barico verticale si riduce, ragione per cui bisogna salire sempre di più per ottenere uguali diminuzioni di pressione.

Parametri e andamenti della pressione variando l’altezza

  • livello del mare = 1013 hpa
  • 5000 piedi = 850 hpa
  • 10000 piedi = 700 hpa
  • 20000 piedi = 500 hpa
  • 30000 piedi = 300 hpa
  • 40000 piedi = 200 hpa
 
Isobare
Le isobare sono le linee e quindi il luogo dei punti di uguale pressione. Di solito vengono usate in campo metereologico per tracciare sulle cartine l’andamento dell’atmosfera terrestre con intervalli in genere di 4 hpa l’una dall’altra.

Lascia un commento